giovedì 7 agosto 2014

Intervista a Katie, protagonista del libro "Vicino a te non ho paura" di Nicholas Sparks


ATTENZIONE: L'intervista che state per leggere è ovviamente frutto della mia fantasia! Niente di tutto questo è avvenuto davvero nè tanto meno l'autore del libro ha scritto altro in merito al romanzo. Buona lettura!


06 Agosto 2014
SOUTHPORT (North Carolina)
Siamo in compagnia di Katie, la protagonista del libro "Vicino a te non ho paura" di Nicholas Sparks.
Risponderà ad alcune domande sulla sua vita per soddisfare la curiosità di noi lettori che andiamo oltre la fine di un libro.


- Buonasera Katie. Siamo davvero entusiasti di aver avuto l'onore di poter fare due chiacchiere con lei. Abbiamo letto la sua storia e ci ha incuriosito a tal punto che abbiamo chiesto questa intervista per saperne di più. 
Per prima cosa vorremmo chiederle come le va la vita. A lei, ad Alex e ai bambini. Siete riusciti a riprendervi dopo il tremendo incendio di 3 anni fa?

Salve a tutti. Per prima cosa vorrei ringraziare tutti voi. È solo grazie ai lettori che hanno letto la mia storia se ad oggi c'è qualcuno che parla ancora di me, di Alex e di tutti noi. Quindi..grazie davvero....e diamoci del tu!
Passiamo a noi. Per quanto riguarda le nostre vite, è stato difficile riprendersi dopo tutto quello che ci è capitato..ma ce l'abbiamo fatta. Per fortuna Alex era assicurato cosicchè nel giro di un anno siamo riusciti a metter su nuovamente casa e negozio. Naturalmente abbiamo colto l'occasione per ampliare un po' tutto e adesso il negozio è molto più grande. Abbiamo anche aggiunto un ulteriore reparto in cui vendiamo capi d'abbigliamento di ogni genere e che gestiamo io e Kristen, quando non ha scuola. È diventata proprio una bella signorina adesso e abbiamo legato moltissimo. Nonostante abbia avuto un passato burrascoso, segnato da perdite e mancanze, la sua intelligenza le ha permesso di andare avanti e di serbare solo i ricordi più belli.
Con Josh c'è voluto più tempo. Lui è un ragazzo molto testardo e chiuso in se stesso e non è stato facile rivedere la spensieratezza sul suo volto. È stata molto utile la breve vacanza che abbiamo trascorso subito dopo che l'incendio aveva portato via tutto. Alex si è dato da fare con l'assicurazione e, una volta che i lavori di costruzione erano cominciati, ha avuto la brillante idea di passare qualche giorno insieme liberi da pensieri negativi. Naturalmente aveva anche un altro scopo: permettere a Josh, me e Kristen di poter legare meglio. 
E quale posto migliore di Disneyland potrebbe permettere tutto ciò? Così abbiamo preso l'aereo e siamo partiti alla volta della Francia. È stato un viaggio fantastico. Non ricordo l'ultima volta che ho riso così tanto. Ed è stato qui che Josh ha ritrovato la serenità persa ormai da tempo. È stata una sensazione unica vederlo sorridere e correre senza pensieri. La sua unica preoccupazione era la scelta della prossima giostra da provare. Tuttavia lo spettacolo più bello è stato Alex. Non so se riuscite ad immaginare il momento esatto in cui un volto crucciato torna ad essere completamente gioioso. Io sono riuscita a coglierlo sul volto di Alex. L'istante in cui si è liberato da tutte le sue paure e da tutti i pensieri negativi. Potrei giurare di aver visto addirittura una luce intorno al suo volto. La felicità dei figli non può che essere un'immensa gioia per un padre e, credetemi, tutto questo ha reso felice anche me. Alex è un uomo meraviglioso e non poteva che dare la vita a due bambini stupendi.
Al nostro ritorno eravamo più uniti che mai. Il negozio e la nuova casa erano pronti e abbiamo arredato tutto insieme. Fino a quel momento ancora non sapevo cosa significasse avere una famiglia. Adesso lo so. Adesso ne faccio parte anch'io...ed è una sensazione unica, fantastica. Il paradiso in terra!

- Forse ti sembrerò un po' indiscreta ma vorrei chiederti se sei riuscita a superare il tuo passato e con lui tutte le sofferenze che ti ha procurato. -

Non sei affatto indiscreta. Ne parlo liberamente ormai e non ha più effetto sulla mia persona. Come ho detto sono felicissima di aver trovato delle persone che mi amano e mi rispettano così tanto. Ti sembrerò un po' eccessiva forse, ma sento una felicità tale che mi ha riempito il cuore a tal punto da aver spinto fuori tutto il male che ho ricevuto. Dicono che non bisognerebbe mai dimenticare il passato. O meglio, dicono che bisogna trarre insegnamenti preziosi dalle nostre esperienze vissute ma io non sono d'accordo. Il mio passato mi ha solo reso più forte ma, nonostante ciò, non ho bisogno di ricordarlo per trarre insegnamenti. Ho preferito invece rimuovere tutto e qui l'incendio potrebbe essere una splendida metafora. Con quel fuoco è stata ridotta in cenere tutta la malvagità del mio passato e io, come una fenice, sono rinata dalle mie stesse ceneri e ormai sono una persona nuova. Erin è morta in quelle fiamme. Al suo posto è nata Katie: una giovane donna senza passato pronta a costruire il suo futuro.


- E cosa vedi adesso nel tuo futuro? - 

Aspettavo con ansia che mi facessi questa domanda. C'è una novità esaltante riguardo il mio futuro! Tenetevi forte: ALEX MI HA CHIESTO DI SPOSARLO.
Al nostro ritorno da Parigi ha organizzato una cenetta. Hanno escogitato tutto lui e i bambini. E così un sabato pomeriggio Kirsten mi ha trascinata fuori di casa con l'idea di fare un giro in bicicletta mentre Alex e Josh hanno organizzato l'intera serata. Verso sera siamo tornate a casa e già nella veranda c'erano delle candele profumate poste una dietro l'altra che si continuavano nell'ingresso e poi fino in sala da pranzo dove Alex e Josh ci aspettavano. Indossavano giacca e cravatta ed è stato in quel momento che ho notato la loro somiglianza! Mi sono detta che doveva essere stato proprio quello l'aspetto di Alex quando era bambino. Hanno fatto accomodare me e Kristen ad una tavola così elegante che stentavo a credere che fosse quella su cui pranzavamo e cenavamo di solito. D'un tratto ho capito perchè Kristen aveva voluto indossare un vestitino così carino per andare in bicicletta. Si erano messi d'accordo per organizzarmi questa piacevole sorpresa. Abbiamo cenato ridendo e ricordando episodi divertenti riguardo il nostro viaggio e, ad un certo punto, Josh ha abbassato le luci e ha messo su una bellissima musica. A quel punto Alex è venuto verso di me, si è messo in ginocchio e mi ha pronunciato la fatidica domanda: "Vuoi sposarmi?". Ero incredula. Ne avevamo parlato, certo, ma non mi aspettavo una tale decisione in così breve tempo. Penso che mi siano uscite lacrime di gioia spropositate. Ho guardato Alex e poi i bambini. Avevano gli occhi traboccanti di speranza. Sembrava che anche loro mi stessero chiedendo di diventare ufficialmente parte di quella famiglia e non potevo non rispondere "Si. Per tutta la vita". 
Mi si sono tutti gettati al collo, abbiamo ballato, urlato, mangiato e festeggiato fino a notte fonda dopodiché ci siamo addormentati tutti insieme nel lettone! Ci sposeremo il 15 settembre in spiaggia. Abbiamo già organizzato tutto. 
E così arrivo a rispondere alla tua domanda: nel mio futuro mi vedo felice fino all'estremo con mio marito e i miei due stupendi bambini!

- Sono davvero felice per te. È una notizia splendida! Un seguito da favola. Te lo meriti!
Un'ultima domanda...Vorrei chiederti che ricordo hai di Carly. Ti è capitato di vederla ancora? -

Non posso che provare piacere nel sentirti pronunciare questa domanda. Può sembrare qualcosa di triste e malinconico, eppure Jo è sempre presente. Certo che l'ho rivista. La vedo costantemente nei miei sogni.
È mia confidente e mia amica. Non potrei mai dimenticarla. È a lei che devo la mia felicità. Tutto quello che ho lo devo a lei..Anche la vita stessa dato che è stata lei ad avvisarmi dell'imminente pericolo a cui eravamo esposti la sera dell'incendio! 
Ogni tanto con Josh e Kristen guardiamo delle vecchie foto sopravvissute e Josh (che ricorda ogni minimo particolare della sua infanzia) racconta a me e a sua sorella alcuni aneddoti legati a quelle immagini. Jo è sempre tra noi, è il nostro angelo custode e sono sicura che non smetterà mai di proteggerci. Ho promesso che mi sarei presa cura dei suoi bambini ed è questo il mio scopo di vita adesso.
Vi svelo un segreto di cui neanche Alex è a conoscenza. A volte mi capita di tornare nella casa in cui abitavo quando arrivai a Southport. Naturalmente non nella mia. Vado a sedermi sul portico di quella identica accanto alla mia. Porto sempre con me una bottiglia di vino e due bicchieri. Ne verso una goccia per ognuno e brindo alla salute di Jo. Bevo il mio goccino di vino, chiudo gli occhi e, anche quando l'aria è calma e non si muove nemmeno una piccola fogliolina secca, sento alzarsi una leggera brezza che mi accarezza il viso. E so per certo che è Jo che mi ringrazia e io ringrazio lei...per ogni mio singolo respiro. 


- Grazie per il tuo tempo Katie. Sei una persona meravigliosa. Ti meriti tutto il bene di questo mondo! Io e tutti gli altri lettori ti porgiamo i nostri più sinceri auguri per il tuo matrimonio e speriamo di rivederci..un giorno! Buona fortuna per tutto... -


SE QUESTA INTERVISTA È STATA DI TUO GRADIMENTO LASCIA PURE UN LIKE QUI SOTTO.

1 commento:

  1. Ciao! Passa a trovarmi, ti cito qui in "The very ispiring blogger award" :)

    http://illibroincantatodigiorgia.blogspot.it/2014/08/the-very-ispiring-blogger-award.html

    RispondiElimina